03.03.2023

La contadina: custode della terra

Ieri (02.03.2023) si è tenuto a Lana un convegno a porte chiuse dei gruppi locali dell’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi (SBO). Oltre 300 funzionarie dei gruppi locali che rappresentano i 16.700 membri della SBO si sono riunite per definire i punti cardine sui quali sviluppare i prossimi quattro anni lavorativi.

Nonostante la pandemia, le elezioni ai consigli comunali e locali si sono svolti con un grande successo. Più della metà delle rappresentanti elette sono del tutto nuove e il numero dei membri dell’associazione non è mai stato così elevato. "Queste sono ottime condizioni per l‘inizio di un nuovo mandato. La nostra preoccupazione iniziale, che al giorno d’oggi le donne non accettassero questo mandato, era ingiustificata. Vorrei ringraziarvi per aver accettato questo incarico prezioso", ha detto Antonia Egger nel suo discorso di benvenuto.

Le funzionarie della SBO si riuniscono una volta all'anno per comunicare e condividere le loro preoccupazioni e richieste. Oltre al lavoro dell'associazione, colloqui con i rappresentanti politici, attività di rete nella regione e oltre i suoi confini, attività delle imprenditrici agricole sotto il marchio "Contadine sudtirolesi. Dalle nostre mani" e i progetti scolastici nell'ambito dell'agricoltura sociale, la SBO si impegna nel campo delle pubbliche relazioni. "È essenziale aumentare la visibilità delle contadine e delle zone rurali. Solo così possiamo contribuire a plasmare il nostro futuro!".

Durante il convegno a porte chiuse Antonia Egger ha ringraziato le ex rappresentanti distrettuali Ingeborg Rechenmacher (Val Venosta) e Maria Theresia Jageregger (Bassa Atesina) per il loro impegno e allo stesso tempo ha dato il benvenuto alle nuove rappresentanti distrettuali Siegried Stocker (Bassa Atesina) e Elisabeth Tappeiner (Valle Venosta), sottolineando l'importanza della rete delle contadine: "Vorrei essere una voce all'interno dell'associazione e sostenere questa rete preziosa".

In una presentazione intitolata "Vivere consapevolmente", Susanne Steidl ha descritto la contadina come una custode della vita. Grazie al lavoro al maso le contadine conoscono bene i quattro elementi fondamentali della vita: acqua, fuoco, terra e aria. Questi elementi sono anche necessari per svolgere il lavoro di volontariato. Il fuoco ti ispira, la terra dà struttura, l'acqua ti fa sentire e l'aria connette tutto. Cercare le fonti di energia e d‘inspirazione, saper riflettere, usare il potere collettivo, creare le reti, saper ridere e festeggiare insieme: tutto questo è necessario per poter affrontare le sfide del volontariato.

Maria Hochgruber Kuenzer, presidente della cooperativa sociale "Mit Bäuerinnen lernen-wachsen-leben" ("Imparare, crescere, vivere con le contadine"), ha presentato alle contadine le attività della cooperativa e ha parlato dei futuri sviluppi all’interno dell’organizzazione. Attualmente la cooperativa sociale offre lavoro a molte donne.

Nel quadro del convegno a porte chiuse si sono presentati i candidati contadini alle elezioni per il consiglio provinciale che si svolgeranno in autunno, tra i quali l’assessora Maria Hochgruber Kuenzer, il consigliere Franz Locher, il consigliere Josef Noggler e il vicesindaco Luis Walcher. Locher ha sottolineato che, nonostante la politica sia difficile, la storia ha dimostrato che le decisioni politiche sono sempre state necessarie. "Ci sono i punti aperti su cui bisogna lavorare, è importante però rendere possibile una buona gestione delle aziende agricole", ha detto Noggler. Walcher dice che aumentare la visibilità dell'agricoltura sia un importante aspetto del suo mandato. L’assessora provinciale Maria Kuenzer ha ringraziato in anticipo per il suo sostegno alle elezioni provinciali in autunno: "Sarei felice di poter continuare a rappresentare le contadine nel consiglio provinciale". Durante il convegno il consigliere provinciale Arnold Schuler ha colto l'occasione per ringraziare le contadine per il loro ruolo nel trasmettere l‘apprezzamento verso l'agricoltura.

Un ringraziamento particolare è andato anche al gruppo locale della SBO di Lana, rappresentato dalla contadina locale Patrizia Karnutsch, per il servizio di catering e l'organizzazione del convegno.

Immagine 1©SBO: I candidati contadini al consiglio provinciale: assessora provinciale Maria Hochgruber Kuenzer, consigliere provinciale Franz Locher, consigliere provinciale Josef Noggler e il vicesindaco Luis Walcher con l’assessore provinciale Arnold Schuler, la presidente della SBO Antonia Egger e le sue rappresentanti Bettina Kofler e Margit Rabensteiner.

Immagine 2©SBO: La presidente Antonia Egger con le contadine

Immagine 3©SBO: Quasi 300 funzionarie hanno partecipato al un convegno a porte chiuse dell’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi (SBO).

Galleria immagini

Altri articoli in questa categoria

Partecipa ora al concorso
« Partecipa ora al concorso
Arrivati al maso
Arrivati al maso »

SÜDTIROLER BÄUERINNENORGANISATION

  • K.-M. Gamper Str. 5
  • Tel.: +39 0471 999 460
  • Postfach 421
  • Fax +39 0471 999 487
  • I-39100 Bozen
  • info@baeuerinnen.it
  • St.-Nr. 02399880216

ÖFFNUNGSZEITEN

Mo - Fr von 08:00 - 12:00 Uhr

Do von 14:30 - 16:00 Uhr

(außer Anfang Juli bis Anfang September)

MITGLIEDER LOGIN

Benutzername-Hilfe-Icon

Mitglied werden Logindaten vergessen

Lebensberatung Logo

Wir sind für Sie da! Tel 0471 999400

 

Termine & Kalender

  Juli 2024  
Mo Di Mi Do Fr Sa So
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Mediathek

Zur Mediathek
  • Bäuerin des Jahres 2024: Maria Forcher Tappeiner

Südtiroler Landwirt

Suedtiroler Landwirt

Menschen Helfen

Menschen helfen